Influencer Marketing

Influencer Marketing

I tempi stanno cambiando notevolmente e in maniera esponenziale, grazie soprattutto all’avvento delle nuove tecnologie che hanno portato ad un mutamento anche nel modo di comunicare. In questo nuovo scenario ha preso sempre più piede l’Influencer Marketing.

Con l’avvento dei Social Media, (https://it.wikipedia.org/wiki/Social_media) come Facebook e Instagram, sono nate nuove figure come quelle dei Blogger e degli Youtubers, che rappresentano un unto di riferimento per gli appassionati o gli addetti ai lavori di quel determinato settore. Questi professionisti hanno inventato un nuovo tipo di Marketing, ossia l’Influencer Marketing.

Oggi viene molto utilizzato l’Influencer Marketing. Si tratta di una strategia di Marketing e Comunicazione che si serve di queste figure, gli influencer per l’appunto, che devono incidere significativamente sulla notorietà del Brand, andando a influenzare le decisioni di acquisto dei potenziali clienti.

Consigli per sfruttare al meglio l’Influencer Marketing

Con le nuove tecnologie tutti aspirano a diventare Influencer, con risultati più o meno positivi. Va però precisato un concetto, ossia che non tutti gli Influencer, per quanto seguito abbiano, sono adatti a collaborare con un brand per una strategia di Influencer Marketing. E’ bene distinguere tre tipologie di Influencer:

  • Active, ossia quelli che collaborano attivamente con brand e aziende per promuoverne prodotti o servizi condividendone la vision, diventando degli ambassador.
  • Identified, considerati rilevanti per il marchio e che sono molto seguiti nel loro settore.
  • Engaged, con cui si è già istaurato un primo livello di interazione.

Il consiglio che mi sento di dare per una campagna di Influencer Marketing è quello di puntare sui micro influencer, che sono utenti comuni con molto meno seguito rispetto ai vip, ma che hanno come vantaggio quello di costare molto poco (alle volte chiedono solo dei prodotti che poi andranno a pubblicizzare) e soprattutto di dedicare molte più energie al progetto, dato che rappresenterà un modo per far crescere la sua credibilità e aumentare il proprio seguito. Inoltre i micro influencer sono molto utili per la fase più alta del Funnel. (ne parlo qui Funnel Marketing).

Come ho detto, non tutti gli influencer sono adatti a collaborare con un Brand; infatti, come in ogni strategia di Marketing. Anche nell’Influencer Marketing bisogna in primo luogo determinare a chi si sta parlando, pianificare il tone of voice e in base a questo valutare quali profili possono fare al caso vostro.

Quali KPI utilizzare per capire se l’influencer fa al caso vostro?

Reach, ossia numero di fan o di follower a cui un influencer si rivolge attraverso i social.

Relationship, il tipo di relazione si può sviluppare con l’influencer. Bisogna stabilire un accordo che definisca chiaramente obiettivi e finalità della relazione.

Resonance, la capacità di evocare sentimenti, emozioni o valori che siano condivisi tanto dall’influencer quanto dalla sua base di seguaci.

Questi sono i principali aspetti da tenere a mente quando si vuole attuare una strategia di Influencer Marketing, per qualsiasi dubbio non esitare a scrivermi.

A presto!

Posted in Marketing, Social MediaTags:
Write a comment